domenica 23 ottobre 2011

Zuppa toscana




Salve a tutti, oggi vi voglio presentare la zuppa toscana, che è una ricetta povera della tradizione toscana è  molto antica,  e ogni zona ha la sua ricetta.
Scriveva l'Artusi nel suo "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene": "Questa zuppa che, per modestia, si fa dare l'epiteto di contadina, sono persuaso che sarà gradita da tutti, anche dai signori, se fatta con la dovuta attenzione".
 La ricetta che vi presento non l'ho fatta per casa mia ma per un pranzo dove hanno partecipato circa 180 persone!!!!
Ora vi spiego meglio..ormai sapete che faccio parte di un'associazione di volontariato, il che non significa solo fare dei turni per aiutare le persone,ma vuol dire anche momenti belli di aggregazione e di leggerezza, infatti io e la mia amica Giovanna abbiamo creato lo "staff ristorazione" nel quale ci avvaliamo della collaborazione di altri volontari che ci danno una mano. Le occasioni in cui lo staff ristorazione si fa avanti sono diverse, la cena di Natale con tutti i volontari, la cena della Legalità che organizziamo in collaborazione del nostro Comune e il pranzo della festa della nostra Associazione che si svolge a Settembre alla quale partecipano non solo i volontari ma anche tutti i cittadini che hanno piacere di stare con noi. Proprio per questo pranzo ogni anno prepariamo, a grande richiesta, questa zuppa in quantità industriale, ma che riscuote sempre grande successo.Il lavoro è tanto, ma la soddisfazione enorme!
Ve la presento ma con le dosi "casalinghe" perchè certamente non posso darvi le dosi che usiamo noi, vi dico solo che usiamo 16 kg di cavolo e 10 kg. di zucchine!!!! Se vi interessa venite con me....

   
1 kg. di cavolo nero
3   zucchine,
1  carota,
una costa di  sedano,
1  cipolla,
600 gr. di  fagioli borlotti,
mezzo kg. di passata di  pomodoro,
olio evo, (quello bono!)
sale, pepe
un litro di acqua,
pane raffermo sciocco.



Con anticipo lessare i fagioli mettendoli in acqua fredda e portarli all'ebollizione, far cuocere ancora per circa un'ora. Pulire e lavare tutte le verdure.  Il sedano, la  cipolla e la  carota tagliarli e usarli per fare un soffritto in una pentola grande, quando il tutto è imbiondito metterci tutti gli altri ortaggi tagliati a rondelle e i fagioli sgocciolati. Aggiungere un litro d'acqua e il brodo dei fagioli e far cuocere a fuoco lento per un paio di ore.A metà cottura aggiungere anche il pomodoro, aggiustare di sale e di pepe. Nel frattempo preparare in una teglia uno strato di pane raffermo e, quando è cotta  irrorarlo con la zuppa. Fare un secondo strato di pane e di zuppa. Servire fredda condendo nel piatto con olio e pepe a piacere.
Con questa ricetta partecipo al contest LA TOSCANA NEL PIATTO del blog " Pan di Ramerino 






27 commenti:

  1. ciao Malù
    per prima cosa complimenti per lo spirito di aggregazione e solidarietà!!
    e poi...ecco una zuppa che ho da sempre voglia di assaggiare ma purtroppo dalle mie parti il cavolo nero non si trova proprio e quindi devo accontentarmi di queste foto con l'esposizione di una mega zuppa!!!!!
    bacio

    RispondiElimina
  2. Malù che belle queste iniziative che fate con la collaborazione di persone che ci mettono tanto amore,altruismo e volontà in quello che fanno. Insieme riuscite a fare cose grandiose, bravi continuate così! Complimentarmi per tutto quello che fate è anche riduttivo perchè non meritate solo i complimenti,ma tanto altro, un bacio

    RispondiElimina
  3. 180 ...0____0 ?????????? cavoliiiiiiiiiiiiiii
    però 181 era meglio ^__^ si mi chiamavi correvo anche io e così eravate a 181 ^__* mi piace un casino la zuppa toscana non mi sono mai cimentata a farla ma ci voglio provare e prendo nota dalla tua ricetta...
    complimenti per il grande operato sei davvero mitica
    lia

    RispondiElimina
  4. ciao!ho lanciato un contest sulla panificazione che dici ti va????il premio e' bellissimo!!!:D

    RispondiElimina
  5. ottima ricetta!!!!
    bravissima!
    che soddisfazione cucinare per così tanti!!!! io un paio di anni fa ho cucinato per 150 persone all'oratorio: cassoela per tutti!!! mi sono divertito tantissimo!
    ciaooooo

    RispondiElimina
  6. bella questa zuppa e chissa' che buona..dalle mie parti non si trova il cavolo nero e mi piacerebbe tanto assaggiare..mi accontento di questo tuo post per gustarla intensamente...baci

    RispondiElimina
  7. Con questo freddino che sta' arrivando una zuppa cosi' buona e' proprio da fare...brava!complimenti x il tuo blog davvero moooolto bello e curato!!!

    RispondiElimina
  8. ciao Malù... tienimene un po' che arrivo... adoro la ribollita ^^ bacione lu

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia che hai preparato......Baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  10. Sai quanto ami questa regione , in tutte le sue sfumature e come potrei non amare un piatto tutto vegetariano come questo ;)))

    RispondiElimina
  11. Cara, dolce Malù...
    ...sono nella mia settimana di "pausa/blog", ma una veloce sosta dalle attività extra per lasciarti un abbraccio è d'obbligo !
    Alla prossima settimana, ciao !

    M@ddy

    RispondiElimina
  12. Quante teglie!!!!Peccato che il cavolo nero non lo trovo dalle mie parti!
    Un abbraccio a te Maria Luisa.

    RispondiElimina
  13. Malù,
    Da toscana non posso non amare alla follia questo piatto.
    Mamma mia lì c'è un mare di zuppa che mi ci fionderei subito :)
    Baci

    RispondiElimina
  14. Hola guapa tu

    que bo, m´encanta la presentació...

    mil petonets Susanna

    RispondiElimina
  15. che buona questa zuppa!Adoro la cucina toscana!Brava!Lolly

    RispondiElimina
  16. Ciao, ben trovata! E' bello trovare persone come te disponibili verso il prossimo; sei grande! Ti ringrazio per essere passata da me,mi ha fatto molto piacere la tua visita! Da oggi ti seguo anch'io,vedo che hai un bellissimo blog. Ottima questa zuppa toscana! A presto....

    RispondiElimina
  17. un bel ricordo della cara toscana, la mangio sempre quando ci vado d anoi il cavolo nero non si trova

    RispondiElimina
  18. ciao Malù, quant'è bello questo piatto. Zuppe e minestre mi piacciono davvero tanto e la tradizione toscana ne ha così tante interessanti... Bravissima per il tuo impegno di volontariato; sei ammirevole. Ci sarebbe davvero bisogno di tante persone come te. Un bacione

    RispondiElimina
  19. Che bellezza!!!!
    Evviva la nostra buona cucina regionale..ed evviva le cuoche strepitose come te!!;-))
    Un bacio Cara*

    RispondiElimina
  20. Complimenti a te e all'associazione che frequenti, queste iniziative aggregano e danno un senso importante di appartenenza ad una comunità.
    Che dire della zuppa, l'unico problema sarebbe trovare il cavolo nero, mi piacerebbe davvero assaggiarla e per tutto l'inverno prepararla per coccolare tutta la famiglia.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  21. Innanzitutto complimenti davvero!!! non è da tutti far parte di questo tipo di associazione.. ci vuole molta solidarietà e sensibilità! Ottimaquesta super zuppona!!!!! scalda con le giornate fredde che arrivano.. bacioni .-)

    RispondiElimina
  22. che buona...assomiglia moltissimo a quella che preparava mia nonna!!! favolosa mangiata fredda!

    RispondiElimina
  23. se ti va di dare un'occhiata al mio nuovo blog (non è di ricette) mi farebbe davvero piacere
    http://lamiavitaognigiorno.blogspot.com/

    RispondiElimina
  24. Brava, e hai pure cucinato per 180 persone! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  25. Ti faccio i complimenti per la tua iniziativa e la tua disponibilità verso gli altri!! la zuppa è ottima, chissà che bontà!!

    RispondiElimina
  26. un gran lavoro..per una nobile causa..
    sei una gran bella persona..
    un abbraccio!!

    RispondiElimina

Scusatemi se non riesco sempre a venire a curiosare nei vostri blog, quindi vi ringrazio anticipatamente per la vostra visita e i vostri commenti.... intanto gradite un caffè?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...