domenica 26 settembre 2010

Focaccina con la cecìna



La cecìna è  un impasto fatto con la farina di ceci,  è un piatto tipico  della cucina ligure e della cucina toscana . In Liguria viene chiamata farinata, in Toscana, in particolare nella  Versilia e nel Pisano, viene chiamata  cecìna, invece  nel livornese viene detta torta di ceci  e a Massa Carrara viene chiamata calda calda .Ha radici molto antiche..  una leggenda racconta che sia nata per casualità nel 1284, quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia della Meloria. Le galee genovesi, cariche di vogatori prigionieri si trovarono coinvolte in una tempesta. Nel trambusto alcuni barilotti d'olio e dei sacchi di ceci si rovesciarono, inzuppandosi di acqua salata. Poiché le provviste erano quelle che erano e non c'era molto da scegliere, si recuperò il possibile e ai marinai vennero date scodelle di una purea informe di ceci e olio.

Nel tentativo di rendere meno peggio la cosa, alcune scodelle vennero lasciate al sole, che asciugò il composto in una specie di frittella.
Rientrati a terra i genovesi pensarono di migliorare la scoperta improvvisata, cuocendo la purea in forno. Il risultato piacque e, per scherno agli sconfitti, venne chiamato l'oro di Pisa.
Ai giorni nostri può essere consumata da sola con una spolverata di pepe nero e come ripieno di focaccine, è proprio in questa maniera che voglio presentarvela...



 Per la cecìna:
 250 g di farina di ceci
1 litro d' acqua
1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
 sale
 pepe nero

      e qui l'abbiamo gustata con dell'ottimo tartufo!


In una ciotola mescolare  la farina di ceci ,  in modo da ottenere un impasto molto fluido.  Lasciare riposare questo composto per 3-4 ore,  e poi togliere delicatamente la schiumetta che si sarà formata in superficie. Mescolare ancora il composto così ottenuto. Versare poi in una teglia l' olio d’oliva, spargerlo bene, e sopra versare il composto  della cecìna. Mescolare di nuovo, in modo che l’olio venga assorbito.

Mettere nel forno caldo la teglia e lasciarla sino a quando non si sia formata una crosticina dorata. Poi tagliarla in pezzi e servire spolverizzando abbondantemente con pepe nero macinato al momento.






 Per le focaccine:
600 gr di farina,
 250 gr. di 00, 
 250 gr. di manitoba,
100 gr. di farina di mais,
 acqua tiepida q.b.
60 gr di olio
,un cucchiaino di sale
un cucchiaino  di zucchero,
un cubetto di lievito di birra.
impastate tutti gli ingredienti , fate lievitare fino al raddoppio,fare poi delle palline e poi schiacciarle, lasciare lievitare ancora, aggiungere sopra un filo d'olio e infornare a 160°  per 20 minuti.

Una volta cotte metterci dentro la cecìna, tanto pepe e...gustare!

Con questa ricetta partecipo al contest "La Toscana nel piatto" del blog Pan di ramerino



29 commenti:

  1. Buona! io la conoscevo come farinata! ciao dolce notte

    RispondiElimina
  2. Ottima la cecina! una ricetta davvero della tradizione, con un sapore antico e fantastico!
    all'interno di questi panini dev'essere una cosa proprio sfiziosissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questo piatto, di questo ingrediente ne ho sentito parlare, ma è la prima volta che vedo la sua applicazione. Non si finisce mai di imparare in cucina... baci.. Terry

    RispondiElimina
  4. Buonissima! Quasi un pane e panelle siciliane!

    RispondiElimina
  5. Grazie belle cuoche, dolce notte a tutte voi!

    RispondiElimina
  6. Buone mi ricordano pane e panelle ogni volta che vado a Palermo le prendo sempre.
    Belle le focaccine!
    Brava ciao Gloria

    RispondiElimina
  7. Ciao malù, ho letto il tuo commento alla raccolta. Puoi inserire benissimo un'altra frittata di pasta, sono dell'idea che anche ricette all'apparenza uguali sono alla fine sempre diverse. Ricordati solo di lasciarmi il link, ti aspetto ;)

    Sai che non ho mai provato la cecina? Quest'anno sarà bene che mi decida a farla. Sopratutto insieme a quelle focaccine fa proprio gola ^__^
    Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  8. U Malu non conoscevo questo ricettina, e poi la posso mangiare anch'io : ), mi piacciono anche le focaccine!!! ma quando le hai fatte wonder woman?

    RispondiElimina
  9. Che buona la cecina!!!! Già segnata la ricetta!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  10. Sono di origine pisana e conosco bene la cecina !! Grazie della ricetta !! Complimenti e buona settimana !!!

    RispondiElimina
  11. Che focaccine stra-invitanti...adoro la cecina o farinata!!!
    Buon lunedì!

    RispondiElimina
  12. Quante notizie interessanti, però la farina di ceci non so se è facile da trovare, non l'ho mai vista, le focaccine poi sono deliziose. Ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  13. la proverò...qui dalle mie parti non l'ho mai mangiata... un bacione

    RispondiElimina
  14. uaho, sembra il panino con le panelle palermitano. si fa un impasto simile con la farina di ceci, si stende sottile e si lascia raffreddare , si taglia e poi si frigge e si riempiono le focaccine, buonee, ciao ciao

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutte, ho imparato da voi che si fa qualcosa di simile anche in Sicilia, allora, grazie!!!

    RispondiElimina
  16. Mi piace tanto la cecina anche se è un po' che non la mangio!
    Ciao e buona settimana.

    RispondiElimina
  17. Buongiorno bella Malù,iniziamo la giornata con una ricetta golosissima!!Devo provarle assolutamente,hanno un aspetto delizioso e la storia della ricetta è davvero interessante!!Bravissima come sempre!Ieri è arrivato il tuo regalo,ti ringrazio di cuore,anche la lettera che lo ha accompagnato,mi ha riempito di gioia!!Un bacio grandissimo...Malù sei una persona davero speciale!!!

    RispondiElimina
  18. Fantastica io tempo fa feci la farinata!!! complimenti questa cecina è deliziosa!!! un bacio bella...:-P

    RispondiElimina
  19. Ciao Aleste, allora devi provvedere!
    Grazie Damianaaa!!!! Sei gentilissima!!!
    Ciao Luciana, grazie!

    RispondiElimina
  20. Ma lo sai che in Sardegna la vostra cecina si chiama fainè? la fanno semplice oppure con le cipolle...si mangia soprattutto d'inverno e viene venduta a taglio come la pizza...ma nel panino non l'ho mai mangiata...ciao bella!!!

    RispondiElimina
  21. cara Malù, questa ricetta mi sembra davvero ottima!!!

    RispondiElimina
  22. Davvero Makenia? Vedi? non si finisce mai di imparare...grazie!
    Grazie Giulia, un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. ci piacciono le ricette che non conosciamo! Brava! Siamo tornateeeeeeeeeee Helga e Magali

    RispondiElimina
  24. mi hai incuriosito: è da provare questo impasto!
    complimenti!

    RispondiElimina
  25. Carissima io adoro letteralmente la "calda calda" (a Carrara si chiama così!)... questa estate ne ho mangiata a non finire nonostante sia un piatto più tipicamente invernale, con il prosciutto cotto e lo stracchino è la "fine del mondo"! Bravissima. Deborah

    RispondiElimina
  26. che ricetta particolare, molto interessante e gustosa!! adoro il pepe e proprio questo pomeriggio sistemando l'angolo farina rigiravo tra le mani un pacchetto di farina di ceci pensando cosa poterci fare :)
    grazie per la ricetta!!!

    RispondiElimina
  27. Quanto mi piace questa ricetta!!!Davvero stuzzicante!!!Ho giusto la farina di ceci da usare!!!Smack!

    RispondiElimina
  28. Bravissima!! Passa da me, c'è un pensierino..
    Ciao

    RispondiElimina
  29. Che bontà queste focaccine,complimenti!!!!;-)
    E grazie 1000 per essere passata sul mio blog,ti aggiungo alla mia lista amici Cara..:-)
    Tanti baci:-*

    RispondiElimina

Scusatemi se non riesco sempre a venire a curiosare nei vostri blog, quindi vi ringrazio anticipatamente per la vostra visita e i vostri commenti.... intanto gradite un caffè?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...